Banner

postheadericon AVVICENDAMENTO SULLA PANCHINA DELL'ISM: ARRIVEDERCI COROSU, GIULIANO ZORATTI RITORNA A CASA

zorroArrivederci Corosu, bentornato “Zorro”. Cambio della guardia sulla panchina dell'Itala San Marco Gradisca ad appena pochi giorni dal derby-debutto con la Juventina in programma sabato alle 15.30 al “Colaussi”: con un breve comunicato diffuso ad ora di pranzo, la società della Fortezza ha reso noto la risoluzione consensuale del rapporto con mister Furio Corosu. "Con rammarico la ASD ISM Gradisca comunica la cessazione consensuale del rapporto tecnico con Furio Corosu. Auguriamo a Furio, ringraziandolo per il lavoro fin qui svolto, le più grandi soddisfazioni sportive e professionali.". Qualche ora dopo, la news che non t'aspetti: Giuliano Zoratti, proprio lui, varcava le soglie del Comunale per definire gli ultimi dettagli con la dirigenza e condurre già il primo allenamento. Per il trainer tarcentino si tratta del secondo ritorno in biancoblu', sulla cui panchina si è seduto dapprima dal 2001 al 2003 e quindi dal 2006 al 2012, la belle epoque italina, con la vittoria del campionato di serie D nel 2008, due stagioni fra i professionisti, e un torneo di Eccellenza vinto dopo la rifondazione del club nel 2010. La terza avventura gradiscana per Zoratti fa rima con una categoria, la Promozione, che l'ex tecnico professionista mai aveva affrontato in carriera. “E' una sfida che mi affascina – le sue prime parole una volta “tornato a casa” -. Mi stavo guardando attorno, pensando a cosa fare da grande, ed ero arrivato alla conclusione che mi sarei rimesso in gioco solo per un progetto serio o per qualcosa che mi coinvolgesse anche a livello emotivo. Il ritorno a Gradisca per me rappresenta entrambe le cose, qui ho provato probabilmente le emozioni piu' forti. Sul piano personale non ero soddisfatto dei miei ultimi due anni in panchina, avevo bisogno di una rivincita. L'ISM che ritrovo è fatta di persone nuove ed altre con cui ho già lavorato – prosegue – ma mi sembrano tutte accomunate dalla volontà di fare le cose seriamente. Conosco molti giocatori per averli gia' avuti ed altri per averli incontrati da avversari: mi sembra la squadra sia attrezzata per una stagione da protagonista. Ora la parola passa al campo, non vedo l'ora di ricominciare”. 

Ultimo aggiornamento (Martedì 05 Settembre 2017 19:51)

 

postheadericon Squadra al lavoro da ieri al "Colaussi". Mister Corosu: "ISM merita rispetto e attenzioni"

ismcorosu“L'Itala San Marco è una società che per la sua storia e il suo prestigio merita rispetto e attenzione. Anche e soprattutto da parte nostra che ne vestiamo i colori”. Ha scelto poche ma significative parole il professor Furio Corosu, neo tecnico dell'ISM Gradisca, al primo giorno di scuola dei biancoblu'. La squadra si è radunata l'altra sera allo stadio “Colaussi” per iniziare il lavoro in vista della nuova stagione, che dovrà essere necessariamente quella del riscatto dopo la dolorosa retrocessione dell'anno scorso in Promozione, categoria che all'ombra del leone di San Marco non si vedeva da 26 anni. Ed in effetti si respira un'aria frizzante in casa italina, merito anche di un calciomercato scoppiettante condotto dai direttori Luxich e Valdiserra e di una riorganizzazione societaria che pare destinata a dare i suoi frutti. “Vogliamo fare le cose con serietà – afferma il vicepresidente Antonio Sangiovanni -. Ci siamo affidati a persone che hanno una credibilità importante nel mondo del calcio regionale e vorremmo prima di tutto restituire entusiasmo a questa piazza”. Dopo un mercato sontuoso che ha portato una decina di volti nuovi, alcuni dei quali dei graditi ritorni, l'ISM è sulla bocca di tutti come una delle favorite del torneo. “Il primo obbiettivo è costruire un progetto a lungo termine – vanno cauti Luxich e Valdiserra – Poi è chiaro che vorremmo ritagliarci un ruolo da protagonisti, ma di compagini attrezzate ve ne sono tante”. Il mercato rimane aperto per quella che dovrà essere la vera e propria ciliegina sulla torta: un centravanti in grado di accendere la fantasia dei tifosi e di finalizzare gli schemi di Corosu. “Abbiamo un piano A e un piano.. A2” scherzano, abbottonatissimi, i responsabili dell'area tecnica biancoblu'. 22 per il momento i giocatori al lavoro agli ordini di Corosu. In programma anche amichevoli con UFM, Ravascletto e Ol3. Esordio in Coppa Italia il 30 agosto. L'organico. Portieri: Enrico Bon (82 dalla Juventina) Stefano Tonon (93 confermato) Andrea Malusà (99 dalla Manzanese) Difensori: Fabian Fernandez (89 dalla Virtus Corno) Matija Suligoj (91 dal Tolmin) Denis Jazbar (91 dal Brda) Simone Sain (92 dal Torviscosa) Aleksandar Savic (96 dal Torviscosa) Alessandro Famea (2001 dalla Juventina) Andrea Fabro (96 confermato) Centrocampisti: Marco Turchetti (99 settore giovanile) Peter Kalin (82 dalla Gemonese) Giacomo Sirach (96 confermato) Julian Campanella (94 confermato) Nicola Politti (95 confermato) Mattia Trevisan (99 dal Trieste Calcio) Leonardo Quattrone (2000 dalla Pro Gorizia) Alessandro Visintin (2000 dalla Pro Gorizia) Attaccanti: Nicolò D'Aliesio (92 dalla Pro Gorizia) Giuseppe Sangiovanni (88 dall'Isonzo San Pier) Tomas Trusgnach (2000 settore giovanile) Jacopo Valdiserra (98 dalla Pro Gorizia). Allenatore Furio Corosu, preparatore dei portieri Flavio Calligaris, fisioterapista/preparatrice Lucia Pierobon.

Ultimo aggiornamento (Martedì 05 Settembre 2017 17:10)

 

postheadericon Pari contro la Virtus Corno per l'ISM nella penultima di campionato

logoism 

 

ISM GRADISCA 1

VIRTUS CORNO 1

MARCATORI: pt 12' Sturnig, st 30' Al.Tomada

ISM GRADISCA: Cantamessa, Turchetti, Fabro, Sturnig, Marini, De Cecco, Volk (Petriccione), Sirach, Lionetti, Campanella, Hoti (Politti). All. Lugnan

VIRTUS CORNO: Zanier, Miraglia, Fernandez, Cipracca, Libri, Cussigh, Chtioui, De Blasi, Gashi, Puntar, Al.Tomada. All. Zanuttig

 

ARBITRO: Toselli di Cormons

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Aprile 2017 17:42)

Leggi tutto...

 

postheadericon Nasce l'ISM Gradisca di mister Furio Corosu: nove nuovi innesti fra novità e ritorni

nuovi1I dirigenti biancoblu' lo avevano promesso, subito dopo l'amarezza della retrocessione che ha riportato il club gradiscano in Promozione dopo ben 26 anni: niente smobilitazioni o un malinconico vivacchiare nella nuova categoria, ma la volontà di rimettere subito le basi per un progetto duraturo e con un ruolo da protagonisti. Definita da tempo la guida in panchina (l'esperto Furio Corosu, quarant'anni sulle panchine regionali, ha ben poco bisogno di presentazioni) l'altra sera allo stadio “Colaussi” il nuovo direttore sportivo Maurizio Valdiserra e lo storico direttore generale Eros Luxich hanno presentato al tandem presidenziale Tonon-Sangiovanni ben nve nuovi innesti per la prossima stagione. Il nome da copertina è certamente quello del centrocampista sloveno Peter Kalin, 36 anni, un califfo per la categoria dopo le esperienze a Pro Gorizia, Manzanese, Tolmezzo e Gemonese. Sarà lui a dover conferire personalità e “presenza” alla mediana di Corosu. Si parlerà sloveno anche nel reparto arretrato, con gli innesti di Matija Suligoj e  Denis Jazbar. Entrambi classe 1991, il primo proviene dalla prima serie d'oltreconfine (NK Tolmin) e vanta pure 4 presenze nell'under 19 del proprio Paese; il secondo è stato tesserato dal Brda, nella serie cadetta. Particolarmente stuzzicante, pero', è il capitolo riguardante i ritorni – ben cinque - in maglia biancoblu': certo da tempo quello dell'attaccante Beppe Sangiovanni ('88 dall'Isonzo S. Pier), cuore italino e uno degli artefici della salvezza nello spareggio di Flaibano, ha un sapore particolare il rimaterializzarsi fra i pali di Enrico Bon ('82, ex Juventina), che ritorna a Gradisca dopo dieci anni: in riva all'Isonzo visse alcune memorabili stagioni in serie D conquistando anche la Lega Pro. Altri due volti noti e di qualità rispondono al nome di Fabian Fernandez ('89, dalla Virtus Corno), esterno basso o mezz'ala di grande dinamismo, e di Nicolò D'Aliesio ('92 ex Zaule e Pro Gorizia), esterno offensivo che si rimette in gioco a Gradisca dove aveva lasciato un ottimo ricordo. Dal prestito al Torviscosa rientra invece il combattivo centrale serbo Aleksandar Savic. Ultimo arrivo in ordine di tempo quello di Simone Sain, esterno mancino classe '92 ex Triestina, ISM, Sacilese, Lumignacco e Torviscosa.  nuovi innesti si aggiungono alla pattuglia di “senatori” di lunga militanza quali Campanella, Sirach, Politti, Tonon e ai confermati giovani in quota under come Turchetti, Delutti (difensori) Sturnig (centrocampista), Ajdic-Bosnic e  Trusgnach (attaccanti). Prende forma anche lo staff tecnico, con l'arrivo di Lucia Pierobon nelle vesti di preparatrice atletica e fisioterapista dopo le esperienze professionali con – fra le altre - Triestina e Monfalcone. Lecito attendersi che la campagna acquisti dell'ISM non termini qui: verosimilmente c'è un parco under da rimpinguare e un reparto avanzato che attende una “ciliegina” per iniziare a ridisegnare da subito a suon di gol il futuro del club gradiscano. Una prima opzione potrebbe essere l'esterno offensivo Jacopo Valdiserra ('98 ex San Marino e Pro Gorizia), che deciderà anche in base al proprio percorso di studi.

 nuovi2

nuovi3

Ultimo aggiornamento (Martedì 05 Settembre 2017 17:09)

 

postheadericon ISM Gradisca matematicamente retrocessa. Il club biancoblu' torna in Promozione dopo oltre 25 anni

logoismCronaca di un epilogo annunciato. Rinviato, quasi scacciato come i peggiori incubi finchè è stato possibile, ma alla fine arrivato inesorabilmente a compimento. Da domenica, dopo il ko a Chions, neppure i numeri possono fare piu' nulla: l'ISM Gradisca sprofonda ufficialmente in Promozione, una categoria che non toccava addirittura dalla stagione 1990-1991. Dopo ventisei anni di successi, che l'hanno portata a vincere tutto in campo regionale prima ed interregionale poi, sino a vivere la folle ed esaltante stagione dei due anni di professionismo in Lega Pro, per l'Itala San Marco si chiude – amaramente – un cerchio. Quella che era rimasta l'unica portacolori provinciale – e da ancor piu' tempo della Destra Isonzo – nel calcio che conta,  è costretta ad un doloroso ridimensionamento. Dalla sua rifondazione del 2010 ha dovuto spesso stringere i denti, la società biancoblu'. Dapprima la prova di forza di vincere l'Eccellenza al primo tentativo, poi l'immediata caduta dalla serie D. E quindi 4 salvezze consecutive nella massima serie regionale, quasi tutte soffertissime – due ai playout con San Luigi e a Flaibano l'anno scorso – a difendere con le unghie un pedigree comunque invidiabile. Ma stavolta per davvero non c'è stato piu' nulla da fare.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 03 Aprile 2017 15:14)

Leggi tutto...

 
Tutto dagli 11 metri nel pari interno dell' ISM contro la Valnatisone, Meroi risponde a Campanella
Domenica 19 Novembre 2017
ISM GRADISCA 1 VALNATISONE 1 MARCATORI: pt 41' Campanella (rig), st 27' Meroi (rig) ISM GRADISCA: Bon, Turchetti, Fernandez, Savic (st 33'... Leggi tutto...
ISM Gradisca corsara in casa di mister Zoratti: con la Tarcentina è 2-0, in gol Sirach e Sangiovanni
Domenica 12 Novembre 2017
TARCENTINA 0 ISM GRADISCA 2 MARCATORI: pt 29' Sirach, 43' Sangiovanni TARCENTINA: Montagnese, Celetto (Sedola), Fabbro, Collini, Gerometta, Verona,... Leggi tutto...
ISM Gradisca ko col Sistiana nel giorno del saluto al suo storico tuttofare "Remi" Deana
Domenica 05 Novembre 2017
  ISM GRADISCA 1 SISTIANA 2 MARCATORI: pt 4' Podgornik, st 25' Petracci, st 38' Campanella ISM GRADISCA: Bon, Turchetti, Fernandez, Sirach, Jazbar,... Leggi tutto...
ISM di nuovo in carreggiata, impresa nel derby con la capolista Pro Gorizia
Lunedì 30 Ottobre 2017
  PRO GORIZIA 0 ISM GRADISCA 2 PRO GORIZIA: Zanier, A. Cantarutti, Manfreda (st 1' Pussi), Cerne, Bolzicco, Klun, L. Cantarutti (st 1' Iansig),... Leggi tutto...
L'ISM Gradisca piega Pro Romans Medea nel derby isontino e dimentica la scoppola col Primorje
Sabato 21 Ottobre 2017
ISM GRADISCA 3 PRO ROMANS MEDEA 1 MARCATORI: pt 12' Sangiovanni, st 7' Buttignaschi (rig.), 26' Sangiovanni, 49' Sain ISM GRADISCA: Bon, Turchetti,... Leggi tutto...
Area utenti