postheadericon Brutta prova dell'ISM contro il Chiarbola Ponziana

Ruzzier letale, Gradisca colpito e affondato. Il Chiarbola/Ponziana trova la seconda affermazione dello scorcio iniziale di stagione capitalizzando un tempo e soprattutto la vena di Matteo Ruzzier, l’attaccante ieri chirurgico nel saper concretizzare la gran mole di lavoro offensiva disegnata nella prima parte. Triestini schierati con il 4/4/2, ieri senza l’infortunato Miot ma corroborati dal debutto niente male di Berisha, classe 2001, prelevato dal Montebello e lanciato subito nella mischia dal primo minuto da Stefani; scelta ben ripagata. Gradisca troppo chiuso nel primo tempo, Chiarbola invece propenso all’attacco con segnali ben nitidi sin dalle prime battute, vedi la conclusione di Davanzo di poco a lato confezionata al 5°, l’altra, solo due minuti più tardi, scaraventata alta da Cramesteter e soprattutto l’opportunità divorata da Lauro al 10° sugli sviluppi di un corner. Tema che sfocia al vantaggio del minuto 20, quando Davanzo innesca Cramesteter, da questi in area per Ruzzier, pronto alla deviazione che fa secco Bon quasi dal limite. Il Gradisca stenta a formulare la giusta reazione, abbozza un paio di conclusioni a salve e deve capitolare per la seconda volta poco dopo la mezz’ora. L’azione che porta al raddoppio parte ancora da Cramesteter, il cui dialogo con Ruzzier pesca il compagno di reparto ancora ben appostato per il diagonale mortifero.

Gara chiusa? Per niente. Gradisca c’è e lo dimostra bene soprattutto nell’arco della ripresa, giocata con maggior piglio. Arriva infatti del lavoro per Sorrentino, vedi quanto accade al 25° quando Spreafico spara su punizione e sul rimpallo si avventa Germani, blindato nel tap – in dalla provvidenziale uscita dell’estremo di casa. Ospiti ridotti in dieci, causa l’espulsione di Quattrone, un tema che amplia i margini di gestione da parte del Chiarbola, in grado di sfiorare la terza rete (conclusione forte ma centrale di Berisha) ma di rischiare nel complesso poi poco, fatta eccezione per una sortita in ripartenza sventata sui titoli di coda ancora da Sorrentino con i piedi. –