postheadericon Arriva la Spal Cordovado, Zoratti: "I fari puntati addosso non fanno paura"

ISM Gradisca 2

La squadra di Giuliano Zoratti affronta sabato pomeriggio (14.30, “Colaussi”) la Spal Cordovado con l’obbligo di non sottovalutare un’avversaria reduce da cinque partite nelle quali ha raccimolato un solo punto. In questo senso la vittoria di sette giorni fa con il Pro Fagagna fanalino di coda ha fornito importanti rassicurazioni sulla maturità del gruppo biancoblù, ma è proprio questo il momento di non abbassare la guardia. Ne è consapevole anche il tecnico dei gradiscani.·“Inizia un ciclo di gare difficili e pure molto ravvicinate fra loro, al termine del quale sapremo di che pasta siamo fatti. Siamo quasi al completo (influenza per il solo Vicario ndr) e abbiamo lavorato bene in vista di questo miniciclo importante” è il Zoratti-pensiero, consapevole delle potenzialità del suo organico.· Organico in cui debutta anche il jolly offensivo Andreolla, l'acquisto invernale sui cui la società ha puntato per il salto di qualità. “L’arrivo di·un ragazzo come Sandro·farebbe felice qualunque allenatore – così Zoratti -. Sulle sue qualità tecniche c’è poco da dire, si tratta di un giocatore in grado di fare la differenza in questo campionato, avendola sempre fatta in tanti anni di serie D. Ma credo faccia felice anche i suoi nuovi compagni. Nell’aria si è respirata una certa euforia positiva, ed è un buon segno”. Zoratti applaude dunque lo sforzo compiuto dalla nuova società ma è anche ben consapevole che la sua Ism si troverà sul proprio cammino ancor di più i fucili spianati. “Per la storia e il blasone di questo club e dopo quanto avvenuto in estate tutti sembrano avere particolari motivazioni·contro di noi.·E' legittimo, non ci spaventa.·Figurarsi ora·dopo l'arrivo di Andreolla. Ma non sentiamo addosso alcuna pressione, casomai è solo uno stimolo in più a fare bene. Noi di proclami non ne abbiamo mai fatti, siamo solo una squadra che vuole e ha la possibilità di migliorarsi”.