Banner

postheadericon FINALE AMARA, LA COPPA ITALIA DILETTANTI FVG E' DEL FONTANAFREDDA

zoratti pensierosoFONTANAFREDDA 2

ISM GRADISCA  1

MARCATORI: pt 18' Saccher; st 12' Andreolla, 43' Russo. 

FONTANAFREDDA: Gorgato, Furlan, Rubert, Pizzol, Brescacin, Pessot, Russo, Alberti, Frempong, Saccher (st 47' Da Ros), Rosa Gastaldo (st 17' Perin). All. De Pieri.

ISM GRADISCA: Zanier, Paravan, Chicco, Ghirardo, Corso, Bozic, Mormile, Buzzinelli, Grop, Andreolla, Rizza (st 35' Lius Della Pietà). All.Zoratti.

ARBITRO: Zufferli di Udine

NOTE: gara sospesa per una decina di minuti a causa dell'infortunio di uno dei due assistenti; espulso al 30' st Furlan (fallo da ultimo uomo); ammoniti Alberti, Chicco e Paravan; spettatori 650 circa.

RIVIGNANO  Sfuma il sogno di Gradisca di bagnare subito la sua nuova era con un trofeo. La Coppa Italia va al Fontanafredda di De Pieri, squadra vivace e organizzata che l'Ism era stata brava a raggiungere nella ripresa dopo l'iniziale svantaggio maturato nei primi 45'. Il rimpianto per i gradiscani è che la sfida pareva potersi incanalare sui binari migliori, quando grazie a una bella reazione e all'uomo in più per l'espulsione di Furlan l'inerzia era ormai completamente cambiata. Non è bastato. Peccato per la società che ci teneva da matti ad inaugurare il nuovo corso con un trofeo. E peccato per i calorosissimi amici supporter del gruppo Gradisca 1919, che hanno sostenuto l'Ism dall'inizio alla fine. E anche oltre, cantando e applaudendo i ragazzi ben oltre il fischio finale.

Ancora una volta  - la terza in quattro gare - l'Ism ha peccato di sufficienza e non ha approfittato dell'uomo in più per chiudere i conti. L'incornata concessa a Russo allo scadere farà molto riflettere i ragazzi di Zoratti. Biancoblù a trazione anteriore, con Mormile, Andreolla e Rizza a supporto di Grop. Nonostante questo, nel primo tempo i gradiscani faticano moltissimo a prendere ritmo. Rischiano di andare sotto già al 5', quando Zanier deve volare per sventare il lob di Saccher su corto disimpegno di Chicco. E al 12' il portiere isontino è costretto ad uscire sui piedi di Russo. Non tira un'aria rassicurante, e infatti i rossoneri passano: sugli sviluppi di una punizione sin troppo elaborata, Bozic respinge di testa per vie centrali; la sfera è raccolta da Saccher che con un grande spiovente sotto la traversa fa secco l'estremo gradiscano. L'Itala prova a scuotersi a metà frazione, e le cose migliori arrivano quando Mormile esce dal guscio dell'out destro per fare la punta e dialogare maggiormente con Andreolla e Grop.

 Nella ripresa Ghirardo e soci paiono finalmente più rapidi e battaglieri. E ben presto impattano: bella ripartenza veloce, Grop con un tocco intelligente taglia fuori la difesa pordenonese e manda in porta Andreolla, lesto a infilare l'angolo basso alla destra di Gorgato. Rinfrancata, l'Ism Gradisca pare proprio un'altra squadra. A spezzarle il ritmo ci pensa l'infortunio di uno dei due assistenti del direttore di gara, ko per guaio muscolare: si riprende dopo 10' di interruzione con la direzione affidata al solo Zufferli e due guardalinee forniti dalle società e puramente consultivi. La svolta del match arriva al 30': Mormile innesca un micidiale contropiede tre contro uno, ma ignora Andreolla e Grop liberissimi davanti a Gorgato. Lo "scugnizzo" preferisce un tocco in più che comporta sì l'espulsione di Furlan, ma anche l'evaporare di un gol-vittoria quasi fatto. Zoratti si gioca anche la carta Lius, Grop una volta sfiora e una volta si divora la rete, e la beffa è dietro l'angolo: in zona Cesarini il solito Saccher pesca su punizione la testa di Russo, che anticipa tutti i biancoblù e consegna il trofeo ai rossoneri di De Pieri.

 

DAGLI SPOGLIATOI Mister Giuliano Zoratti, che nel complimentarsi col Fontanafredda, sottolinea: "Peccato per la società, un trofeo sarebbe stato il migliore viatico per dare ulteriori entusiasmo e credibilità a tutto l'ambiente. Ma peccato anche per noi stessi, non abbiamo saputo gestire da grande squadra i momenti-chiave della partita. Dobbiamo accettare i nostri limiti e rimetterci in discussione in campionato: per fortuna si torna in campo già domenica, anche se contro la Virtus Corno sarà un altro esame difficilissimo". Il presidente dell'Ism, Massimo Chiussi, è molto amareggiato: "Siamo stati ingenui: la gara si era messa su binari molto buoni per noi, ma non abbiamo saputo approfittarne, e per giunta ci siamo permessi la distrazione che è costata il gol-partita. Abbiamo perso una grande occasione – ammette il massimo dirigente italino – ma abbiamo un grande tecnico che sa dove intervenire per colmare certe lacune". Deluso il primo tifoso biancoblù, il "patron" Franco Bonanno: "E' una sconfitta che brucia, i ragazzi hanno gettato al vento la possibilità di dimostrare a tutti, con la conquista di un trofeo, che l'Ism è una grande squadra e una grande società, che ha fatto sforzi immani per mantenere il calcio di vertice nell'Isontino. Più di qualche giocatore – riflette Bonanno – ha peccato di presunzione e superficialità, e la cosa non va bene. Non ci sono fenomeni in questa categoria, e tantomeno siamo noi a poterci sentire tali. Dobbiamo crescere, e in fretta".

 
SABATO AL NUOVO COMUNALE LA CERIMONIA UFFICIALE DEL CENTENARIO DELL'ITALA
Giovedì 21 Marzo 2019
      Sabato 23 marzo alle 11, al Nuovo Teatro Comunale, è in programma la cerimonia ufficiale del Centenario dell'Itala (e sue successive... Leggi tutto...
VISITABILE SINO A FINE MESE LA MOSTRA DEL CENTENARIO ALLA GALLERIA SPAZZAPAN
Giovedì 21 Marzo 2019
Gran successo di partecipazione alla Galleria d'arte Luigi Spazzapan per l'inaugurazione dell'esposizione dedicata al centenario dell'Itala San... Leggi tutto...
Impresa a Tolmezzo: mister Comisso debutta con un successo, il primo dopo 11 gare di astinenza
Lunedì 11 Marzo 2019
TOLMEZZO - ISM GRADISCA 1-2 GOL: pt 20’ Campanella su calcio di rigore; st 4’ Famea, 17’ Samuel Micelli. TOLMEZZO: Simonelli, Nassivera,... Leggi tutto...
Cambio di guida tecnica: dimissioni-Zoratti, tocca a Sergio Comisso
Sabato 09 Marzo 2019
Un allenatore-scrittore per la missione-salvezza dell'ISM Gradisca. E' Sergio Comisso il tecnico cui l biancoblu' hanno affidato la guida tecnica... Leggi tutto...
Col fanalino San Giovanni primo punticino dell'ISM Gradisca dopo 9 sconfitte consecutive
Domenica 03 Marzo 2019
ISM GRADISCA 0 SAN GIOVANNI 0 ISM GRADISCA: Tonon, Turchetti, De Cecco, Famea (st 8' Trusgnach), Pellizzari (st 1' Rispoli), Savic, L.Loperfido (st... Leggi tutto...