postheadericon Adesso l'Ism Gradisca non si ferma più. I biancoblù passano anche a Manzano e volano a +9

 

andreolla gioia inarrestabileMANZANESE     0
ISM GRADISCA 1
MARCATORI: pt 28’ Andreolla
MANZANESE: Del Mestre, N.Marini, Ciriaco (st 43’ F.Marini), Strussiat, Terrida (st 23’ Tomada), Pittilino, Kalin, Toffoli, Al.Osso Armellino, An.Osso Armellino, Fabbro. All.Lugnan.
ISM GRADISCA: M.Godeas, Paravan, Chicco, Ghirardo, Corso, Bozic, F.Godeas, Buzzinelli, Mormile (st 24’ Lius Della Pietà), Andreolla (st 43’ Varone), Rizza. All.Zoratti.
ARBITRO: Gozzi di Siena
NOTE: ammoniti Kalin, Fabbro

(foto Photolife da Il Friuli online)

MANZANO Ism in fuga, è dei biancoblù la sfida-clou della 22esima giornata dell'Eccellenza. Il match verità di Manzano si conclude con una specie di “haka” dei gradiscani, orchestrata a centrocampo dal magazziniere Nobile, quasi un rituale del gruppo a segnare il territorio appena conquistato. La squadra di Zoratti si mette alle spalle uno degli ostacoli più insidiosi sulla strada della serie D.

Per Andreolla – ancora decisivo – e compagni è il decimo risultato utile consecutivo, la sesta vittoria di fila senza subire reti, di cui ben quattro lontano dal “Colaussi”. Il sogno promozione continua grazie alla capoccia del già citato attaccante veneto, certo, ma anche a due parate monstre del giovane guardiano Marco Godeas e soprattutto grazie alla capacità di soffrire di un gruppo plasmato ormai a immagine e somiglianza del suo allenatore. La Manzanese è squadra vera, che ha messo in difficoltà gli isontini, e ci mancherebbe visto lo svantaggio e l'importanza della posta in palio. Ma l'undici della Fortezza ha saputo reggere senza mai imbarcare acqua. 

Nel primo tempo la sfida è equilibrata e tutto sommato piacevole: dopo una lunga fase di studio fra due squadre piuttosto manovriere, sono Kalin e Ghirardo a provarci per primi dalla distanza. La squadra di Lugnan prova ad accendere la luce con i due Osso Armellino, ma negli ultimi 16 metri si perde. Non si perde affatto, invece, quel crotalo di Andreolla,  che al 28’ decide la sfida con un colpo di testa ravvicinato su corner di Godeas che prende in controtempo Del Mestre e il difensore piazzato sulla linea. Ovviamente a quel punto la Manzanese prende in mano le operazioni, guidata da Kalin, ma non va oltre le conclusioni da lontano. Nella ripresa gli orange si riversano in avanti. E l’Ism si difende con ordine. Le inevitabili chance dei friulani arrivano al 3’, con prodigioso riflesso di Godeas sul tiro-cross di Ciriaco; al 20’, quando il portierino si ripete uscendo sui piedi di Osso senior; alla mezz’ora, con Kalin per due volte insidioso dalla distanza; al 37’, quando ancora Godeas vola da campione sulla punizione del solito mediano sloveno; e infine al 3’ di recupero, quando la bella girata di Tomada si spegne sul fondo. Ma in realtà l’Ism non sbanda mai per davvero. E ora può davvero continuare a sognare.

A QUESTO LINK TUTTE LE FOTO DELLA PARTITA GRAZIE A PHOTOLIFE  http://www.ilfriuli.it/if/gente-del-friuli/53116/?gfactor=0