Banner

postheadericon UNA ZAMPATA DI GERMANI REGALA ALL'ISM LA PRIMA VITTORIA IN CASA DOPO 11 MESI NEL MATCH COL LIGNANO

pallone-in-rete-001ISM GRADISCA 1

LIGNANO 0

MARCATORI: st 16' Germani

ISM GRADISCA: Tonon, Marini, Fabro, Sturnig (st 13' Politti), Filopati, Longo, Turchetti, Campanella, Germani, Rodic, Hoti (st 25' Lionetti). All.Lugnan

LIGNANO: Gobbato, Shefqeti (pt 46' Mauro), Cudini, Terrida, Faggiani, Stendardo, Pavan, Cervesato (st 25' Araboni), Cusin, Pinzin (st 19' Durmishi), Chiaruttini. All. Venturuzzo

ARBITRO: De Prato di Udine

NOTE: ammoniti Turchetti, Sturnig, Stendardo, Tonon, Campanella, Lionetti, Faggiani, Mauro

GRADISCA D'ISONZO Desiderati, sofferti, imprescindibili. L'ISM Gradisca coglie i tre punti che attendeva da un intero girone (e in casa addirittura da 11 mesi) proprio nel momento piu' difficile della stagione. Aver vinto lo spareggio per la vita contro il Lignano permette a Campanella e compagni di staccare la principale avversaria per la salvezza, inguaiandola e mettendosi meglio nei confronti diretti in caso di arrivo a pari punti. Ossigeno puro, considerando anche che si trattava di ridurre il divario dal dodicesimo posto sotto le dieci lunghezze: missione compiuta anche questa. Non con la miglior prestazione della stagione, per usare un eufemismo: a lungo il migliore in campo fra le due contendenti è stata la paura. Tre le novità di formazioni nel 4-2-3-1 di mister Lugnan: a Germani preferito a Lionetti dal 1' come terminale avanzato, con Rodic-Hoti alle sue spalle, e Tonon fra i pali con Cantamessa non ancora al meglio dopo l'infortunio alla mano, si aggiunge proprio nel riscaldamento il ko di Sirach per un problema inguinale: dentro Sturnig. Longo va quindi davanti alla difesa con Turchetti esterno basso. L'Itala tre già al 3': ripartenza rapidissima dei rivieraschi con Chiaruttini che da sinistra centra basso in area, velo di Cusin ma per fortuna degli isontini Pavan si impappina nel controllo davanti a Tonon. L'approccio degli isontini non è dei piu' confortanti: sotto l'aspetto mentale il Lignano sembra piu' sciolto e convinto, involuta e timorosa la manovra biancoblu'. Una prima scossa viene da capitan Campanella che al 18' pesca in area Rodic, ma il controllo dello sloveno ad eludere il diretto avversario e spalancargli la luce della porta non riesce. La tensione è palpapible e l'Itala sembra non riuscire a venir fuori dal cono d'ombra, se si esclude un isolato sprazzo di Hoti in area lignanese. Troppe le palle perse e squadra lunga, con la mediana che fatica a fare filtro in fase difensiva e tenere compatte le linee. Al pubblico di casa vengono nuovamente i capelli bianchi prima del 40', quando l'inserimento di Pavan viene nuovamente dimenticato da tutti ma il suo diagonale si spegne lentamente largo. Nella ripresa il canovaccio non cambia: gradiscani bloccati, Lignano che cerca di approfittarne dettando i ritmi, soprattutto con un buonissimo presidio delle corsie laterali, anche se è superficiale in fase di rifinitura. La partita è oggettivamente poverissima di contenuti tecnici, e non potrebbe essere altrimenti. I padroni di casa gridano al rigore al 12', quando su corner di Campanella (e velo di Hoti), Germani è trattenuto in piena area. Il baby puntero si rifarà, e con gli interessi, poco dopo quando da vero opportunista pesca l'angolo lontano tramutando in oro una conclusione di Hoti sporcata da un difensore ospite. Il Lignano si riversa in avanti ferito a morte: al 21' importante uscita basa di Tonon su un insidioso traversone basso di Cervesato. Nel finale vietato ai deboli di cuore il Lignano si riversa in area isontina e fa vedere i sorci verdi a Tonon: colpisce anche una traversa con Araboni, e sul tap-in che potrebbe costare il pari il gioco è fermo per offside. L'Itala dal canto suo potrebbe far esplodere il “Colaussi” con un gran rasoiata a pelo d'erba di Marini che sibila beffarda a lato di un niente. Ma dopo l'interminabile recupero e di ansie in area gradiscnaa arriva la liberazione: l'Itala in qualche modo ha rivisto l'alba. l.m.

 
Pari a reti bianche per l'ISM Gradisca in casa della Valnatisone
Sabato 14 Aprile 2018
  VALNATISONE 0 ISM GRADISCA 0 VALNATISONE: Bartolini, Snidarcig, Michele Ciriaco, Bucovaz, Cristian Ciriaco, Comugnaro, Meroi, Grion, Miano, Almer... Leggi tutto...
ISM Gradisca raggiunta dalla Tarcentina: non basta la zampata di Jazbar, finisce 1-1
Domenica 08 Aprile 2018
  ISM GRADISCA 1 TARCENTINA 1 MARCATORI: st 9' Jazbar, 15' Nardini ISM GRADISCA: Bon, Turchetti (st 32' Visintin), Savic, Kalin, Jazbar, Suligoj,... Leggi tutto...
L'ISM non ferma la sua corsa neppure a Sistiana: Campanella-Sangiovanni firmano il successo
Lunedì 19 Marzo 2018
  SISTIANA SESLAN 0 ISM GRADISCA 2 Gol: 46’ p.t. Campanella; 14’ s.t. Sangiovanni SISTIANA SESLJAN: Kosuta, Crosato, Tawgui, Del Bello, Sessi... Leggi tutto...
L'ISM Gradisca ferma la capolista Pro Gorizia nel "derby dell'Antica Contea"
Sabato 10 Marzo 2018
  ISM GRADISCA 0 PRO GORIZIA 0 ISM GRADISCA: Bon, Turchetti, Fernandez, Savic, Jazbar, Suligoj, Sirach, Kalin, Sangiovanni, Campanella, Quattrone... Leggi tutto...
ISM da lustrarsi gli occhi nel derby: a Romans finisce 5-2
Lunedì 05 Marzo 2018
  PRO ROMANS MEDEA 2 ISM GRADISCA 5 PRO ROMANS MEDEA: Franco, Tomasin, Paravan (pt 32' Favaro), Caruso, Candotti, Marcuzzo, GNote:rion, Boaro (pt... Leggi tutto...