postheadericon LINFA GRADISCANA DOC NEL NUOVO DIRETTIVO DELL' ITALA SAN MARCO

105973289_3041598829249710_6135184836815957865_o

Iniezione di gradiscanità in vista per il direttivo dell'ISM Gradisca. Lo storico club isontino, che ha archiviato l'annata del centenario dell'Itala e una stagione agrodolce in Prima categoria poi interrotta dall'emergenza Covid,si accinge a vivere un significativo restyling. La lunga fase di stop causata dal Covid è servita se non altro ad accelerare le grandi manovre - condotte con la mediazione di un silente tessitore, il direttore generale Eros Luxich - che dovrebbero portare ad una vera e propria ricostruzione dirigenziale dalle parti del "Colaussi". Il condizionale è ancora d'obbligo sino al 1 luglio, data nella quale è fissata l'assemblea dei soci, ma è un dato di fatto che il direttivo uscente in queste ore ha registrato la volontà di un gruppo di persone - tutte gradiscane doc, ed è una notizia - di dare una mano al presidente Franco Tonon, in sella praticamente sin dagli albori della rifondazione dell'Itala San Marco nel 2010. A dare la propria disponibilità sono stati l'avvocato @Paolo Lazzeri, il consulente finanziario Michele Zuttioni, l'ex assessore comunale alle finanze Domenico Guglielmo, l'architetto Guido Travan e, con particolare riferimento al settore giovanile, Jenni Bisiak. I primi tre profili, in particolare, vantano tutti passate esperienze dirigenziali. Lazzeri, che ha ricoperto diversi ruoli anche in campo politico e sociale, ha un passato dirigenziale alla Pro Gorizia. Lunghissima e comprovata l'esperienza di Zuttioni, a lungo vicepresidente dei "cugini" della Torriana e fondatore della sua sezione calcio a 5; addirittura cinquantennale quella di Guglielmo, vero e proprio "papà" della gloriosa società Gradisca Skating che tanti campioni ha regalato alla cittadina della Fortezza. Travan e Bisiak sono stati atleti legati in particolare alla Torriana. Come detto, sarà la fase assembleare a sancire il loro ingresso nel nuovo direttivo, che a sua volta distribuirà al suo interno le cariche. "Quello che posso dire è che sono particolarmente contento che delle persone di Gradisca si siano fatte avanti - commenta Tonon -. Pur "forestiero", questa cittadina mi ha sempre accolto al meglio ma è chiaro che il sostegno di personaggi del luogo è imprescindibile". All'unisono i commenti dei nuovi arrivati: "Se qualche anno fa ci avessero detto che ci saremmo seduti tutti assieme al tavolo dell'Itala San Marco non lo avremmo ritenuto possibile - affermano -. Il fatto è che chi ama Gradisca e lo sport non può che avere a cuore le sorti di questa società. L'intento è restituirle stabilità e credibilità, riavvicinarla alla cittadina". Una prima base solida è il settore giovanile: 136 tesserati e la voglia di crescere ancora. Per questo l'intenzione è ripartire dal direttore sportivo del vivaio Roberto Moretti, dal coordinatore Felice Di Bernardo e dal responsabile dell'attività di base Luca Petean.