postheadericon Altra impresa ISM: in inferiorità numerica raggiunge per due volte il Ruda

RUDA 2

ISM GRADISCA 2

MARCATORI: pt 23' Grion rig., 29' Campanella; st 5' Marconato, 26' Biondo

RUDA: Politti, Vesca, Nobile, Pin (1'st Pantuso), Casonato, Clama (37'st Rigonat), Grion, Montina, Cecotti, Pantanali (1'st Marconato), Degano. All.: Nunez

ISM GRADISCA: Dovier, Cirkovic (1'st Tiziani), Tonani (37'st Kasa), Bolzan, Di Gregorio, Savic, Clemente (38'st Famea), Ba (23'st Fross), Biondo, Campanella, Trusgnach. All.: D'Odorico

L’anticipo di Prima categoria girone C è di quelli interessanti al “Michelutti” di Ruda fra i locali e l’Ism Gradisca, due formazioni imbattute dopo i tre turni precedenti. Le premesse sono ideali per un bel derby ma lo zampino lo mette l’arbitro, o forse ci mette il dovere, perchè risulta difficile da valutare cosa abbia detto il giocatore ospite al direttore di gara per meritarsi il cartellino rosso dopo appena un quarto d’ora, lasciando con il dubbio i numeroso convenuti sui gradoni dello stadio. Fatto sta che dopo un avvio giocato a viso aperto su entrambi i fronti, il Ruda usufruisce di un sacrosanto rigore trasformato da Grion al 23’. Fulmineo il pareggio dell’Ism con un bel movimento in area di capitan Campanella e sul punteggio di parità le squadre vanno a riposarsi.

Il secondo tempo vede il Ruda approfittare della superiorità numerica e tornare avanti con il gol realizzato da Marconato, al quale segue un altro discutibile cartellino rosso, stavolta all’indirizzo di Bolzan. Con due giocatori in meno l’Ism non si dispera e con la forza della disperazione si butta in avanti e viene premiata nella sontuosa azione, prolungata con l’assist di tacco di Fross per l’accorrente Biondo, il quale buca Politti per il 2-2. Che potrebbe cambiare se nel forcing finale, al primo minuto di recupero, Grion non si facesse parare da Dovier un altro rigore, concesso per fallo di Tiziani. Beffa scongiurata per un’Ism coraggiosa, riuscita ad impattare il derby in doppia inferiorità numerica.