ISM GRADISCA 1

ZARJA 1

MARCATORI: pt 8'Zucchini (rig), 44''Trusgnach

ISM GRADISCA: Dovier, Gianosi (st 1' Tiziani), Marega, Di Gregorio, Fross, Savic, Biondo, Famea (st 15' Dordevic), Trusgnach (st 39' Ba), Campanella, Cirkovic (st 1' Tonani). All. D'Odorico (in panchina Malduca)

ZARJA: Budicin, Mattera (st 14' Lorenzi), Spadaro (st 1' Cottiga), Zucca, Aiello, Varglien, Cepar, Vascotto (st 35' Mazzaroli), Bernobi, Zucchini, Norante. All. Franco

ARBITRO: Bonutti del Basso Friuli

NOTE: espulso Savic all'8' pt per fallo da ultimo uomo; ammoniti Zucchini, Aiello, Zucca

GRADISCA D'ISONZO Termina pari e patta la sfida fra Gradisca e Zarja. I rimpianti sicuramente sono tutti per i giuliani, che disputano 80' in superiorità numerica e sprecano il vantaggio maturato su rigore nelle prime battute del match. A salvare una ISM generosa, seppure con ancora dei limiti evidenti, è una magia di Trusgnach. La sfida infatti viene pesantemente segnata già all'8', quando – dopo una tranquilla fase di studio – arriva l''episodio che cambia le carte in tavola: su un lungo lancio dalle retrovie, Savic e Norante si trattengono a vicenda in area, e il signor Bonutti sceglie di tutelare l''attaccante: è penalty che Zucchini trasforma spiazzando Dovier. L''Itala prova a reagire subito, nonostante lo schiaffo e una tendenza ad allungare troppo le distanze tra i reparti: al 15' traversone di Trusgnach teso in area, per un soffio non ci arrivano Biondo e Marega. Poco dopo è Fross in area ad avvitarsi sul difensore su un suggerimento dalla sinistra, ma la palla muore a lato. Ogni volta che si affida a ripartenze e lanci lunghi, lo Zarja fa male alla retroguardia di casa: come al 19', quando Bernobi scalda i guanti a Dovier. O al 29', quando serve una chirurgica toppa di Famea per togliere la sfera dai piedi di un attaccante ospite lanciato a rete. E al 34' è ancora Bernobi a sfuggire a tutti sull''ennesimo pallone calciato lungo e non letto dalla retroguardia gradiscana: ma la conclusione da posizione defilata termina a lato. Capitale l''occasione fallita sul filo dell''offside dai giuliani al 42' con Cepar, che in diagonale a tu per tu con Dovier non centra la porta; la retroguardia sbroglia in qualche modo. Eppure proprio nel momento più complicato l'Itala impatta: Trusgnach riceve un suggerimento arretrato di Marega e dal limite lascia partire un lob che uccella Budicin. La ripresa è più equlibrata, ed è merito di un'ISM di cuore. Rompe la noia un destro a lato di Zucchini. Poco prima della mezz'ora ci prova il sempre attivo Bernobi, ma Dovier è ben piazzato e blocca. L'ISM fatica comprensibilmente a tenere su palla ma tiene. L'occasionissima per l''Itala di centrare l''impresa insperata arriva al 35': gran lavoro di Marega con traversone dalla mancina, Tiziani a colpo sicuro lambisce il palo di testa. Le ultime emozioni sono equamente distribuite nel recupero: una staffilata alta sulla traversa di Cepar e un destro dal limite di Campanella da posizione molto ghiotta. L.M.