Banner

postheadericon Primo stop casalingo per l'ISM Gradisca, al "Colaussi" passa il Tricesimo

pallone-in-rete-001

ISM GRADISCA 0

TRICESIMO 1

MARCATORI: st 27' Tomasetig

ISM GRADISCA: Colin: Volk, De Cecco, Sirach, Barreca, Filopati, Politti (st 37' Savic), Fabro (st 13' Longo), Rodic, Campanella, Germani. All. Lugnan.

TRICESIMO: Calligaro, Pretato, Zuliani, Bertossio, Tomasetig (st 23' Barbiero), Favero, De Agostini, Rossi (st 36' Olluri), Balzano, Ostolidi, Guerra (st 3' Cudicio). All. Bortolussi

ARBITRO: Cristin del Basso Friuli

NOTE: ammoniti Rodic, Savic, Germani

Leggi tutto...

 

postheadericon La giovane ISM Gradisca cede ma non sfigura nella tana del CjarlinsMuzane

pallone-in-rete-001

CJARLINSMUZANE 4

ISM GRADISCA 1

MARCATORI: pt 31' Osso Armellino, 35' Fabbro, st 7' Germani, st 28' Moras, 39' Piccolotto

CJARLINSMUZANE: Del Mestre, Peressini, Rover, Grion, Zanon, Candussio, Osso Armellino (st 11' Acampora), Cudini (st 30' Piccolotto), Fabbro (st 40' Bacinello), Nastri, Moras. All. Vittore

ISM GRADISCA: Colin, Volk (st 26' Ajdic-Bosnic), De Cecco, Longo, Barreca, Filopati (st 1' Sturnig), Politti, Fabro, Rodic, Campanella, Germani (st 30' Arena). All. Lugnan

ARBITRO: Toffoletti di Udine

NOTE: ammoniti Nastri, Rovere, Longo, Barreca, Cudini, Fabro

Leggi tutto...

 

postheadericon ISM fuori dalla Coppa nel doppio confronto col Vesna.Ma il ritorno dà buone indicazioni ai biancoblù

ism20162017

 

ISM GRADISCA 2

VESNA 2
MARCATORI: pt 32' Volk; st 6' Tuan, 17' Potenza, st 37' Germani
ISM GRADISCA: Tonon, Turchetti (pt 29' Volk), Fabro, Sirach, Barreca, Longo, Politti (st 20' Ajdic), Sturnig, Germani, Campanella, Pinzan (pt 48' Treppo). All. Lugnan.
VESNA: Markovic, G.Kerpan (st 21' Nabergoi), Del Bello, Renar (st 1' Male), Potenza, Puric, De Napoli (st 1' Sammartini), Disnan, Stanich, Tuan, A.Kerpan. All. Sandrin.
ARBITRO: Kolari della sezione Basso Friuli
GRADISCA D'ISONZO La baby e rinnovatissima Itala San Marco riacciuffa il Vesna e continua il suo – non semplice – processo di costruzione di squadra. Dopo il rotondo 0-4 dell'andata, più che l'impossibile missione-remuntada a mister Lugnan interessavano i progressi della sua ciurma imberbe, eppure dotata di qualche elemento di prospettiva a dispetto della verdissima età media che fa in questo momento dell'ISM la squadra più giovane dell'Eccellenza. Missione compiuta almeno in parte, perchè gli isontini – se non sono riusciti a mantenere ed incrementare il vantaggio di Volk dopo un buon primo tempo – sono stati bravi nella ripresa a reagire all'uno-due dei giuliani, riacciuffandoli con Germani.

Ultimo aggiornamento (Domenica 04 Settembre 2016 14:51)

Leggi tutto...

 

postheadericon L’Ism si illude col Fontanafredda, poi Mbengue la riprende: 2-2 al debutto con Campanella e Germani

pallone-in-rete-001

 

Emozioni,colpi di scena a ripetizione, errori grossolani e gol. Non è mancato nulla nella partita d’esordio in campionato dell’Ism Gradisca contro il Fontanafredda .

In doppia superiorità numerica per tutto il secondo tempo i gradiscani non ne hanno approffittato e alla fine hanno ottenuto un rocambolesco e sudato 2-2 , frutto della paura di vincere che ha assalito la giovane squadra di casa quando era in vantaggio e dell’ammirevole prova della formazione ospite che, nonostante le due espulsioni, è quella che è andata più vicina alla vittoria.

Ultimo aggiornamento (Martedì 13 Settembre 2016 17:32)

Leggi tutto...

 

postheadericon CIAO "AGO". L'ITALA SAN MARCO PIANGE IL TECNICO AGOSTINO MORETTO, ARTEFICE DI TANTI SUCCESSI

image

 

Una vita a bordocampo. A dare forma alle proprie idee, a formare uomini e non solo giocatori; a costruire sogni che inseguono un pallone e fanno battere i cuori. E' stata la vita di Agostino Moretto, uno degli allenatori più vincenti del calcio dilettantistico regionale degli ultimi 30 anni. Un'esistenza che si è spenta giovedì sera, all'età di 71 anni e dopo lunga malattia. A piangere “Ago”, uno degli ultimi gentlemen del pallone, è l'intero movimento calcistico regionale. Il suo nome resterà sempre scolpito nella memoria per essere stato l'artefice della prima Itala San Marco dei miracoli: quella che dapprima – e al primo tentativo – vinse l'Eccellenza e conquisto' la serie D nella stagione '97-'98. E poi seppe non solo mantenere quella categoria prestigiosa, ma addirittura portare la piccola ma ambiziosa società gradiscana a sfidare le grandi, gettando le basi per lo storico approdo fra i professionisti che sarebbe arrivato negli anni successivi. Originario di Lucinico, mister Agostino Moretto è stato unanimemente riconosciuto come un innovatore del calcio nostrano, spesso conservatore. Negli stessi anni in cui Arrigo Sacchi stupiva il mondo col suo Milan, lui – visionario ma pragmatico – importava il gioco a zona fra i dilettanti, puntando sul collettivo e l'organizzazione prima ancora che sul talento dei singoli. Con un tratto distintivo: un garbo e un'educazione esemplari, mai una dichiarazione sopra le righe o una parola fuori posto. Nato nel '45 a Motta di Livenza, ma sin da bambino trasferitosi in riva all’Isonzo, Moretto ha vestito diverse maglie di società isontine e friulane, chiudendo la sua carriera agonistica a Corno, dove a 30 anni debuttò anche sulla sua prima panchina di una prima squadra. È stato poi allenatore a Cervignano (vincendo subito l'Eccellenza), prima della panchina del suo” Lucinico. Poi la Manzanese – altra Eccellenza vinta – ancora il Lucinico, e infine la svolta: lo vuole l’Itala San Marco del presidente Franco Bonanno e del ds Eros Luxich, una “triade” fra le più vincenti di sempre in campo regionale. “Tanti ricordi mi legano ad Agostino e alla sua famiglia, ci ha insegnato moltissime cose dentro e fuori dal campo. Persona di valori solidi, una figura indimenticabile” lo omaggia l'ex patron. “Per me è stato un innovatore – fa eco Fabio Franti, uno dei suoi “fedelissimi” e dichiaratamente discepolo del tecnico lucinichese -. Ha portato concetti quali organizzazione e aggiornamento nel calcio dilettantistico regionale. Le sue idee facevano la differenza e l'uomo non era da meno”. L'epico spareggio vinto con la Sacilese sul neutro di Fagagna spalanca le porte della D ai gradiscani. Esaurita l'esperienza all'ombra della Fortezza – ove gli subentrerà Giuliano Zoratti – Moretto guiderà anche Pro Gorizia, Sanvitese e i trevigiani del San Polo Gemeaz. I problemi di salute nel 2005 lo costringono a dare l'addio all'amata panchina. Presidente provinciale dell'Aiac-l'assoallenatori – Moretto è stato dipendente delle Aziende municipalizzate di Gorizia. Lascia nel dolore la moglie Marisa, i figli Alessandro e Chiara e l’adorata nipote Alessia. I funerali si svolgeranno lunedì 22 agosto alle 11, nella chiesa arcipretale di “San Giorgio Martire” a Lucinico, da dove la salma prenderà poi la via per il cimitero comunale di Gorizia per la sepoltura. 

Ultimo aggiornamento (Giovedì 15 Settembre 2016 13:05)

 
Secondo pari interno consecutivo per l'ISM Gradisca
Domenica 24 Settembre 2017
ISM GRADISCA 1 ZAULE 1 MARCATORI: pt 14' Zacchigna, 15' Kalin ISM GRADISCA: Bon, Turchetti, Fernandez, Kalin, Jazbar, Suligoj, D'Aliesio (st 1' Sain,... Leggi tutto...
Primi tre punti stagionali per l'ISM Gradisca: espugnata Cervignano con Suligoj e Campanella
Sabato 16 Settembre 2017
PRO CERVIGNANO 0 ISM GRADISCA 2 MARCATORI: pt 15’ Suligoj, 45’ Campanella (rig.) PRO CERVIGNANO: Zwolf, Paneck, Cocetta (st 22’ Candussi),... Leggi tutto...
Derby scoppiettante, l'ISM targata Zoratti si vede riacciuffare dalla Juventina sul filo di lana
Sabato 09 Settembre 2017
ISM GRADISCA 2 JUVENTINA S.ANDREA 2 MARCATORI: pt 30' Sirach, st 8' Valdiserra, 25' Dornik, 45' Dragoslavljevic ISM GRADISCA: Bon, Turchetti,... Leggi tutto...
AVVICENDAMENTO SULLA PANCHINA DELL'ISM: ARRIVEDERCI COROSU, GIULIANO ZORATTI RITORNA A CASA
Martedì 05 Settembre 2017
Arrivederci Corosu, bentornato “Zorro”. Cambio della guardia sulla panchina dell'Itala San Marco Gradisca ad appena pochi giorni dal... Leggi tutto...
Squadra al lavoro da ieri al "Colaussi". Mister Corosu: "ISM merita rispetto e attenzioni"
Giovedì 03 Agosto 2017
“L'Itala San Marco è una società che per la sua storia e il suo prestigio merita rispetto e attenzione. Anche e soprattutto da parte nostra che... Leggi tutto...
Area utenti